Scritto il
January 4, 2021

Consulenza sulla logistica, a chi rivolgersi e cosa aspettarsi

Logistics

Nella guida di oggi andremo alla scoperta della figura professionale del consulente logistico, capendo anche perché è così importante per il corretto funzionamento del business di un’azienda.

L’attività inerente ai processi logistici, infatti, è essenziale per lo sviluppo e la crescita dell’azienda, e per questo dovrebbe essere sviluppata e gestita dapersonale esperto e competente.

consulente logistico

Chi è il consulente logistico e cosa fa?

Il consulente logistico è una figura professionale che, attraverso le sue competenze, aiuta le aziende e le industrie ad ottimizzare le operazioni relative alla supply chain. Parliamo delle attività di approvvigionamento, immagazzinamento, trasferimento e distribuzione dei prodotti.

Per poter intervenire, dunque, come prima cosa il consulente logistico dovrà analizzare, identificare e risolvere i problemi o le mancanze relative alle operazioni logistiche dell’azienda in questione. Successivamente potrà sviluppare la soluzione più idonea per migliorare le prestazioni della catena di approvvigionamento aziendale.

La sua attenzione si focalizza soprattutto sul trasporto delle merci e dei prodotti, assicurando che la fase di trasferimento sia quanto più efficiente possibile. Nella maggior parte dei casi, però, i consulenti logistici forniscono informazioni preziose anche circa la produttività, il controllo qualità, la gestione delle merci e la fase di imballaggio.

In sostanza, il consulente logistico offre un supporto importante al fornitore, specie per ciò che riguarda la consegna dei prodotti o della merce al consumatore finale. Più nello specifico, la sua attività si traduce in un vantaggio competitivo per l’azienda:

  • Aumento della produttività
  • Riduzione dei costi
  • Miglior servizio clienti
  • Riduzione delle tempistiche

Per diventare un consulente logistico è necessario conseguire una laurea o un master in una facoltà economica. Tuttavia, anche gli studenti di informatica, ingegneria o scienze dell’informazione hanno la possibilità di entrare nel campo della consulenza logistica.

In molti casi, comunque, le società di consulenza si offrono di fornire una formazione più specifica a coloro che desiderano entrare a lavorare in questo ambito.

Perché avvalersi di un consulente logistico?

Come dicevamo, il consulente logistico è una figura professionale e altamente specializzata nella gestione dei processi e delle operazioni inerenti al trasporto e al trasferimento delle merci e dei prodotti.

Ciò che è ancora più importante, però, è che il consulente logistico riconosce le differenze ed i requisiti che intercorrono tra i diversi settori in cui operano le aziende. In questo modo egli potrà studiare ed assicurare delle strategie specifiche che rispondano in modo mirato alle esigenze dell’azienda che ha richiesto il suo aiuto.

consulenza logistica cosa aspettarsi

Ma, ad ogni modo, perché un’azienda dovrebbe avvalersi di questa figura professionale? Per quanto riguarda le aziende di ridotte dimensioni, il motivo è molto semplice, ed è da ricercarsi nell’assenza di una risorsa interna. In molti casi, infatti, la logistica non viene trattata da chi di competenza, con gravi danni in termini di tempo e denaro.

Per quanto riguarda le aziende più grandi e consolidate, invece, il discorso è leggermente diverso. Queste realtà, infatti, nonostante dispongano di un proprio team di strategia logistica, hanno spesso il desiderio di conoscere la visione di un professionista esterno, che non essendo “coinvolto” nel business, effettua decisioni più oggettive, efficaci e precise.

La scelta di affidarsi ad un consulente logistico, in entrambi i casi, dovrebbe essere presa in considerazione per avere la garanzia che tutte le operazioni che coinvolgono il controllo delle scorte, la fase di immagazzinamento ed il trasporto vengano sviluppate, gestite e coordinate in modo efficace, professionale e vantaggioso.

Inoltre, affidandosi ad un consulente logistico, si ha la sicurezza che tutte le attività rispondano ad una massimizzazione dei costi e delle tempistiche, così da rispondere ancora meglio alle esigenze del cliente finale.

Cosa aspettarsi da una consulenza logistica

Ora che abbiamo inquadrato il ruolo del consulente logistico non ci resta che capire come avviene una consulenza logistica. Come avevamo anticipato, la prima cosa che dovrà fare il consulente sarà avvicinarsi alla realtà aziendale, studiarne la metodologia, capire quali problemi bisogna risolvere e come ottimizzare i processi che riguardano la movimentazione delle merci.

Allo stesso tempo, però, la consulenza logistica può avvenire anche in base ad una richiesta più specifica da parte dell’azienda, che può richiedere l’aiuto di un consulente anche per:

  • Capire come muoversi sul fronte logistico a seguito di una crescita esponenziale
  • Aumentare la produttività delle proprie operazioni
  • Costruire un magazzino ad hoc, con tutta l’attrezzatura necessaria per lo spostamento delle merci
  • Rivalutare i costi che sta sostenendo per la logistica dei prodotti
  • Ottimizzare il costo e la tempistica necessaria per il trasferimento dei prodotti
  • Gestire un eccesso di scorte nel magazzino

Il consulente, infatti, si fa carico di tutte le operazioni che interessano la fase di trasferimento e spostamento merci. Tuttavia, è importante sottolineare che la consulenza logistica varia sia in base alla necessità dell’azienda, sia in base al settore in cui opera.

Di conseguenza, è pressoché impossibile spiegare “in generale” che cosa aspettarsi da una consulenza. Ciò che si può affermare, invece, è che grazie all’aiuto di un consulente logistico si potranno trovare soluzioni pratiche, efficaci e vincenti da applicare al proprio business.