Scritto il
December 21, 2020

Esportare olio all’estero: come gestire la logistica

Food & Beverage

La spedizione internazionale di olio è abbastanza complessa, specie perché stiamo parlando di un prodotto delicato, che richiede una serie di accorgimenti che ne garantiscano l’integrità dal punto di partenza a quello di destinazione.

Allo stesso tempo, però, è importante sapere quali sono i documenti e le certificazioni richieste per il trasporto, così come è essenziale conoscere l’imballaggio giusto ed il mezzo di trasporto più idoneo per la spedizione.

Insomma, i dettagli a cui prestare attenzione non sono pochi, ma una volta che li avrai sistemati avrai tutte le carte in regola per poter spedire le tue bottiglie di olio avendo la garanzia che non ci sarà alcuna criticità a mettersi in mezzo.

Come prepararsi all’export di olio all’estero

La prima cosa da fare, quando si parla di spedizioni verso l’estero, è assicurarsi che il prodotto (in questo caso l’olio) sia conforme alle normative di sicurezza nazionale vigenti all’interno del paese di destinazione.

come esportare olio all estero

Allo stesso tempo, è necessario che il prodotto soddisfi i requisiti dei regolamenti CE di riferimento. Questi ultimi variano in base al destinatario a cui è indirizzato l’ordine (cliente, consumatore o collettività come ristoranti, mense, ospedali ecc.) e forniscono tutti i dettagli relativi alla capacità massima, al sistema di chiusura e alle norme di commercializzazione

Allo stesso tempo, anche l’importatore, ovvero il destinatario, dovrà essere consapevole delle normative vigenti nel suo paese. Di conseguenza, tutte le certificazioni relative al paese di destinazione saranno a carico dell’importatore, e non dell’esportatore.

Solitamente, prima di procedere con la spedizione vera e propria, per l’esportazione di olio si invia un “campione” così che il destinatario possa verificare che il prodotto soddisfi tutti i requisiti nazionali. Se così fosse, allora si potrà procedere con il trasporto del carico vero e proprio.

Esportare olio all’estero: L’imballaggio

Una volta che tutte le procedure burocratiche saranno sistemate dovrai concentrarti sull’imballaggio delle bottiglie. Questa è una fase molto delicata e importante, poiché è quella che consentirà alla merce di arrivare intatta a destinazione.

La fase di trasporto, infatti, non deve rischiare di compromettere l’integrità dei prodotti. Inoltre, per quanto riguarda i generi alimentari, tra cui rientra anche l’olio, non si tratta solo di proteggere le confezioni, bensì anche le proprietà organolettiche.

export di olio all estero

Per quanto riguarda l’imballaggio dell’olio ci sono diverse soluzioni a cui puoi affidarti, che fanno tutte riferimento alle scatole di cartone rigido. Queste ultime possono essere di dimensioni small o standard ed essere rivestite da film protettivi o da sacchetti gonfiabili.

Allo stesso tempo, potrai valutare se optare per le scatole che dispongono di 6 o 12 spazi per l’inserimento delle bottiglie, in base alla quantità che ti interessa spedire. Insomma, ad oggi ci sono davvero molteplici soluzioni a cui poterti affidare, tutte molto sicure ed economiche.

Volendo, poi, all’interno della confezione potrai sempre inserire altri elementi distanzianti, per assicurare maggior protezione alle bottiglie di olio. Queste ultime, però, è importante che vengano anche mantenute ad una temperatura corretta.

Di conseguenza, per evitare che possano essere esposte a fonti di calore, che rischierebbero di danneggiare la qualità dell’olio, è importante munirsi delle coperte termiche.

Come esportare l’olio all’estero

A questo punto non ci resta altro che capire quale sia il mezzo più idoneo per l’esportazione di olio all’estero. Prima di decidere se effettuare una spedizione su rotaia, via mare o via aerea bisogna tenere in considerazione questi quattro fattori:

  • Distanza tra il punto di partenza e quello di arrivo
  • Quantità di bottiglie di olio da spedire
  • Urgenza circa le tempistiche
  • Budget a disposizione per il trasporto

Una volta che avrai trovato risposta a questi quattro punti ti sarà abbastanza chiaro quale sia il mezzo giusto da utilizzare per la spedizione. Ad ogni modo, è importante che tu conosca i pro e i contro di tutte e tre le modalità di spedizione, così che tu possa scegliere quella che meglio risponde alle tue esigenze.

Spedizione via aerea, via mare o su rotaia?

Partiamo con la spedizione aerea. Quest’ultima è senza ombra di dubbio la modalità più veloce con cui esportare merci verso qualsiasi paese. Tuttavia, la velocità non è l’unico fattore da tenere in considerazione quando si parla di spedizioni.

La spedizione aerea, infatti, impone molti limiti e restrizioni circa il volume della merce, senza contare che, comunque, rimane la più costosa in assoluto. In linea generale possiamo dire che l’aereo è da tenere in considerazione nel momento in cui si abbia una certa urgenza di spedire la merce.

spedire olio all estero

Se le tempistiche non sono un problema, la spedizione via mare risulta essere l’opzione migliore a cui affidarsi. Le navi cargo, infatti, non soffrono lo stesso problema delle dimensioni e del volume della merce. Di conseguenza, nel caso in cui dovessi spedire una quantità importante di olio, la nave cargo saprà rispondere in modo concreto alle tue esigenze.

Inoltre, grazie ai container Reefer, all’interno dei quali la temperatura è controllata, la tua merce sarà sempre al riparo da fonti di calore e sbalzi termici. Un altro vantaggio della spedizione navale è il basso costo, che diminuisce all’aumentare della tratta da effettuare.

L’unica pecca della spedizione navale è il tempo di transito, che non possiamo certo definire celere. Da ultimo, abbiamo il trasporto su rotaia, una soluzione che negli ultimi anni ha suscitato un certo interesse tra importatori ed esportatori di merce di ogni genere.

Anche il treno, infatti, gode di alcuni notevoli vantaggi:

  • Le condizioni metereologiche non impattano sulla spedizione e sulle tempistiche dell’arrivo
  • La rete ferroviaria è in costante espansione
  • Il tempo di transito è maggiore rispetto alla spedizione aerea, ma inferiore rispetto a quella navale
  • Il costo del trasporto è contenuto e diminuisce all’aumentare della tratta da percorrere

Volendo guardare, quindi, ogni modalità di spedizione potrebbe essere quella giusta per il trasporto delle tue bottiglie di olio. Ecco perché, come dicevamo all’inizio, è essenziale basarsi su quei quattro fattori per capire quale sia la migliore.

Clicca qui per ricevere un preventivo gratuito e per scoprire quale sia la spedizione più adatta a te.