Scritto il
January 11, 2021

Guida alle dimensioni dei container

Cargo

I container, come sottolinea il nome stesso, sono dei contenitori che vengono utilizzati per il trasporto di merci via terra, via mare e anche via aerea. Si tratta di un’attrezzatura specifica che sta alla base del processo di stivaggio della merce, altresì noto come “containerizzazione”.

Il loro utilizzo è essenziale soprattutto per le spedizioni internazionali, che richiedono mezzi adeguati e specifici per garantire l’integrità della merce. Ecco perché è importante conoscere sia le tipologie di container ad oggi esistenti, sia le loro dimensioni.

Tipologie di container

Al giorno d’oggi esistono molteplici tipologie di container che, con le loro caratteristiche, rispondono ad esigenze molto diverse e specifiche. Come vedremo meglio più avanti, però, nel corso del tempo ha prevalso il sistema dei 20/40, quello più utilizzato in assoluto.

Tuttavia, è bene essere a conoscenza dell’ampio ventaglio di offerta dei container, così da poter valutare l’opzione migliore per la propria spedizione. Quelli che vedremo in questo primo paragrafo, ad ogni modo, vengono solitamente usati per esigenze specifiche:

  1. I container refrigerati sono l’opzione migliore a cui affidarsi per la spedizione di beni di genere alimentare (carne, pesce, frutta, verdura ecc.). La merce al loro interno viene mantenuta a temperature molto basse così da poter garantire il refrigerio o il surgelamento;
  2. I container “open top” vengono solitamente utilizzati per il trasporto di merci molto lunghe (come tronchi o tubi) poiché privi della copertura superiore. In questo modo la merce può essere inserita dall’alto attraverso appositi macchinari senza troppa fatica;
  3. I container “open side”, invece, si caratterizzano per la sostituzione delle pareti con pannelli di plastica (mobili) così da poter riempire il container dai lati;
  4. I tank container, noti anche come container cisterna, sono la soluzione ideale per le spedizioni che interessano merci liquide, in particolar modo quelle di natura chimica;
  5. I flat rack, da ultimo, sono i container che vengono utilizzati per il trasporto di merci o articoli molto ingombranti (mezzi di trasporto o di lavoro). Non presentano le pareti laterali né la copertura superiore, e per questo somigliano più che altro a dei “rialzi”.

Come stavamo accennando poco fa, nonostante ci siano tutte queste tipologie di container, il sistema dei 20/40 piedi è quello che più di tutti viene utilizzato, specie sul territorio italiano. Prima di procedere con la lettura, per maggior comodità ci teniamo a sottolineare che la misura di un piede, espressa in metri, è pari a 0.3048 mt.

Container da 20 piedi

container 20 piedi

Il container da 20 piedi misura 6 mt in lunghezza, 2,4 mt in larghezza e 2,5 mt in altezza. Al suo interno, lo spazio disponibile che potrai destinare alla tua merce è circa 10 cm in meno per ogni misura che abbiamo appena visto.

Più nello specifico, quindi, il container da 20 piedi dispone di un volume di 33 m³. Tuttavia, affinché il processo di containerizzazione possa avvenire in modo snello e privo di difficoltà, dovrai far conto su 30 m³ di spazio disponibile.

Container da 40 piedi

container 40 piedi

Il container da 40 piedi, ovviamente, è molto più grande e capiente rispetto al precedente. Difatti, per le spedizioni internazionali, è la tipologia più diffusa. Tuttavia, è necessario distinguere i container da 40 piedi “normali” dagli High Cube.

Il nome di questi ultimi deriva dal piede in più che dispongono in altezza, per un totale di 9,5 piedi (2,8 mt). La capacità interna è di 76 m³, ma lo spazio realmente disponibile per il carico delle merci è pari a 68 .

Per quanto riguarda la capacità di carico parliamo di 26 tonnellate, due in meno rispetto ai container da 20 piedi. Il loro utilizzo, infatti, è destinato alla spedizione di carichi relativamente leggeri ma, comunque, rispondono molto bene anche alle grandi quantità di merci.

Come scegliere il container giusto per la tua spedizione

A questo punto, dopo aver visto tutte le tipologie e le dimensioni di container tra cui potrai scegliere, è giunto il momento di capire qual è quello più giusto per la tua spedizione. Il concetto di base è molto semplice, e riguarda soprattutto la quantità di merce che dovrai spedire.

In linea generale, possiamo dire che ci siano delle “regole” in termini di metri cubi che ti consentono di selezionare il container più idoneo per il trasporto delle tue merci. Per esempio, nel momento in cui avessi meno di 15 m³ di merci da spedire potresti considerare l’idea di spedirle in modo sfuso o di approfittare della spedizione in groupage.

Nel caso in cui invece, il quantitativo delle merci fosse compreso tra i 15m³ ed i 30m³, allora potrai puntare su un container 20 piedi. Da ultimo, per le spedizioni superiori ai 30m³ con un peso superiore alle 25 tonnellate, la soluzione ideale è sicuramente il container 40 piedi.

Queste diciamo che sono le indicazioni di base che ti consentono di avere le idee più chiare circa il processo di “containerizzazione”, ma prima di pensare al container, è bene sapere quale sia il mezzo di trasporto che si occuperà della spedizione della tua merce.

Se desideri ottenere un preventivo gratuito da noi di Lesam International non devi fare altro che compilare il modulo che trovi all’interno diquesta pagina. Ti ricontatteremo in meno di 24 ore.